logo ads scelto

L’ Amministratore di sostegno: uno strumento a favore dei soggetti deboli

Per tanti motivi (disabilità, malattia, dipendenza da sostanze, distrubi psichiatrici) una persona può non essere in grado di prendersi cura di sè, del proprio patrimonio e dei propri interessi.
A tutela del soggetto che vive questo tipo di problema è possibile attivare la figura dell’amministratore di sostegno.

Che cos’è:

L’amministratore di sostegno è una persona nominata dal Giudice tutelare per affiancare, assistere e sostenere con la minore limitazione possibile della capacità giuridica una persona, che è in tutto o in parte incapace di prendersi cura dei propri interessi e della propria persona.
L’amministratore di sostegno può essere un parente, un amico o un soggetto esterno alla famiglia.
La sua funzione è principalmente di tutela e protezione del beneficiario.

Le immagini di questa campagna sono gentilmente concesse dalle associazioni Sostegno e Zucchero e Dar voce di Reggio Emilia nell’ambito di un progetto finanziato dal Fondo dell’Osservatorio Nazionale per il Volontariato Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (ex legge 266/1991).